Italiano

IMU anno 2016 - abitazione concessa in comodato a parenti in linea retta entro il primo grado

Ufficio Tributi

legge di stabilità n. 208/2015

Dal 2016 , per l’immobile (con gategoria catastale da A/2 a A/7)  dato in comodato d’uso da genitore/i a/i figli/e e viceversa , che lo utilizzano come abitazione principale, spetta ex lege la riduzione al 50% della base imponibile.

Per aver diritto al beneficio, è richiesto che il  contratto di comodato venga registrato presso un qualunque ufficio dell'Agenzia delle Entrate (non vale nessuna scrittura privata o altra forma/dichiarazione di concessione del comodato) e che il comodante possieda un solo immobile in Italia e abbia la residenza anagrafica e la dimora abituale nello stesso comune in cui si trova la casa data in uso ovvero, oltre a quest’ultima, possieda nello stesso comune un altro appartamento non “di lusso” adibito a propria abitazione principale.

La  riduzione del 50% potrà essere applicabile solo dalla data di registrazione del contratto.

Inoltre, è richiesto che il possesso di tali requisiti venga attestato dal contribuente nella dichiarazione Imu.