Italiano

Sportello Risposta Casa

Il Comune di Moimacco aderisce alla rete di Enti facenti parte del sistema degli Sportelli "Risposta Casa", un nuovo servizio informativo promosso dalla Regione nell’ambito della riforma delle politiche abitative (LR 1/2016). 

Gli Sportelli, individuati dai Tavoli territoriali sulla base delle esigenze locali, hanno il compito di orientare e accompagnare i cittadini nella ricerca di un alloggio, raccogliendo le loro esigenze abitative e al contempo facendosi portavoce delle offerte provenienti dagli enti pubblici e dai privati. Il cittadino potrà rivolgersi agli Sportelli anche per avere le informazioni sulle agevolazioni e sui contributi a sostegno dell’abitare. Gli Sportelli non potranno accogliere le domande di contributo, che continueranno a essere presentate con le modalità previste dai singoli canali di finanziamento.

 

 

Lo sportello, coordinato dal tavolo territoriale del Natisone, è aperto con i seguenti orari:

  • Cividale del Friuli - mercoledì dalle ore 16:00 alle ore 19:00
    presso il Centro Civico, piazzetta Chiarottini 5
  • Manzano - giovedì dalle ore 9:30 alle ore 12:30
    presso la sede Municipale, in via Natisone 34


E' possibile prenotare un appuntamento chiamando il numero 0432.710367
(chiamare unicamente il lunedì dalle ore 16:00 alle ore 19:00)

 

FUNZIONI DEGLI SPORTELLI RISPOSTA CASA

Gli sportelli, in sintonia con quanto prevede la riforma regionale (LR 1/2016), si occupano di fornire un servizio di orientamento ed accompagnamento ai cittadini che cercano un alloggio o vogliono ottenere informazioni sulle agevolazioni e sui contributi a sostegno dell’abitare.
L'iniziativa è improntata alla creazione di una rete territoriale che consenta di dare un servizio ai cittadini, raccogliendo direttamente dagli utenti le esigenze abitative e al contempo facendosi portavoce delle offerte provenienti dal territorio, sia quelle di enti pubblici che quelle dei privati.

Gli sportelli Risposta Casa, aperti al pubblico, nella prima fase avranno esclusivamente il compito di raccogliere dati e fornire informazioni sui canali contributivi previsti dalla riforma, ma non potranno accogliere le domande di contributo dei diversi canali di finanziamento (come ad esempio contributo acquisto/ristrutturazione prima casa, sostegno all’affitto, alloggi ATER, etc…), che restano in capo agli uffici regionali, alle ATER, ai Comuni, secondo le rispettive modalità.

Per maggiori informazioni, visitare il sito della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.